Libri liberi

Nulla da fare, sono un incostante. É sicuramente un difetto terribile, ma, se proprio vogliamo trovare un lato positivo, mi fa fare tante cose (per quanto superficialmente dalla prima all’ultima) e ormai questo blog è piuttosto simile ad un deserto.

Ad ogni modo in questo post vorrei parlarvi di una iniziativa a cui ho preso parte recentemente. Avete mai sentito parlare di liberliber? Si tratta di un sito dove si possono trovare moltissimi libri totalmente gratuiti e di libero utilizzo. Non mi dilungo in spiegazioni perché potete trovare qualsiasi informazione direttamente sul sito ed è pertanto inutile che io traslitteri o riassuma.

Perché sto scrivendo a riguardo? -potrebbe essere la domanda- già non ce ne frega un cazzo delle tue poesie, figuriamoci di cosa fai o non fai con liberliber… Ebbene, ho deciso di parlarne perché credo sia un’iniziativa interessante con grandi potenzialità e vorrei invitare tutti i miei lettori (ammesso che ce ne siano) ad interessarsi e a partecipare a progetti assolutamente non dispendiosi di tempo o denaro, come ad esempio LibriLiberi. Lo scopo della digitalizzazione come del bookcrossing è quello di diffondere, come soggetti attivi, un cultura libera da vincoli e pregiudizi.

Spero di non aver annoiato nessuno e di tornare a scrivere presto.

inesistente

Sei capinere
in cima ad un cipresso:
sono il sonaglio
di un bambino
morto

Nel tempo di ciò
che non è
mai
stato
ogni cadavere
ha il suo
pugno di vento

Sempre aborti di idee
sogni infranti
da un mondo inesistente