Catullo, Carmen 101

Giunge ora il momento di affrontare anche il tema della traduzione artistica… Va bene, lo ammetto, era un compito per la scuola, però, visto che, almeno per il momento, sono quasi soddisfatto del risultato lo metto anche qui.

Il lavoro si basa sulla lettura e l’esame di varie traduzioni e reinterpretazioni del carmen 101 del liber catulliano (anche in classe) per concludere con una “traduzione ottimale”, cioè prendendo spunti dalle varie traduzioni d’autore e non raggiungere quella che secondo me è la miglior traduzione della poesia. Comunque non parlo oltre e vi propongo il risultato.

MULTAS PER GENTES

Dopo viaggi fra innumeri genti e mari,
Eccomi, fratello mio, giungere a queste tristi esequie,
A donarti l’estremo dono di morte
A parlare invano alla tua cenere muta.
La sorte proprio te mi ha tolto
Povero fratello a me ingiustamente rapito!
Ora accetta, secondo l’antico costume degli avi,
Dolente omaggio agli dei sotterranei,
Queste offerte, stillanti fraterno pianto,
Ed in eterno addio, fratello, addio.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...